La novità Iphone. La classica sfida Apple vs Microsoft.

L’uscita imminente di Iphone ci ha fatto riflettere di nuovo su Apple.

Il pensiero si lega all’ormai storica contrapposizione tra il brand della mela e il competitor Microsoft.
Aldilà delle opinioni personali (è meglio il Mac, Windows però è più diffuso,etc.) dal punto di vista strategico (e di branding) la differenza più evidente e più importante è che Apple può contare su supporti fisici (Mac, Ipod e adesso Iphone) che permettono al consumatore di toccare con mano la “filosofia” dell’azienda di Steve Jobs.

Dall’altra parte, invece, Microsoft resta soltanto un’impresa di software, intangibili come i suoi valori e si lega indistintamente agli hardware di tutte le marche.
Se da una lato questo è un vantaggio (assicura un “quasi monopolio” del settore), dall’altro può essere un punto di debolezza: i clienti sceglieranno il proprio pc valutando sempre più le prestazioni del processore, l’ampiezza della memoria,… con scarsi legami con Microsoft, incluso “a priori” nel “pacchetto” Acer, Hp,…

Apple, quindi, è riuscita ad aggregare i suoi consumatori in una tribù, nata attorno ai suoi prodotti che permettono ai Mac-users di identificarsi e di riconoscersi l’un l’altro.
Per Microsoft questo è molto più difficile.

7 Responses to “La novità Iphone. La classica sfida Apple vs Microsoft.”


  1. 1 M0tt0 10 luglio, 2008 alle 1:31 pm

    E’ verissimo. Ma secondo me i traghet sono proprio diversi. La apple si riversa nel mondo professinale. La scelta viene proprio dalla qualità del prodotto.
    Per esperienza ti dico che c’è un abisso tra fare grafica con pc e con mec!

  2. 2 jozmile 11 luglio, 2008 alle 2:19 pm

    Il target di riferimento della Apple è cambiato da un pezzo: ormai apple punta sul cool, sul figo. Che dire dell’Apple strumento per i professionisti? Siamo realisti, ormai non c’è più differenza tra l’hadware in un apple e l’hardware in un pc, anzi, a dire la verità nel confornto prezzo prestazioni anche togliendo il so, la lancetta pende tangibilmente a favore di un pc. Se poi dal punto di vista del s.o., si fa un confronto Mac OS vs Linux, bè, steve jobs se ne va con le pive nel sacco. Per fortuna di Apple, c’è ancora una larga fetta di aficionades (pochi) e ignoranti (molti, nel senso buono della parola) che ancora vedono nel Mac un faro per la scienza. SVEGLIA! non è più così…

  3. 3 M0tt0 12 luglio, 2008 alle 1:11 pm

    guarda per esperienza le cose migliori si montano su mec.
    Programmi di grafica (che utlizzo su pc) funzionano molto meglio su mec, non si impallano, non danno errori grafici.

    Lo stesso dicasi per programmi di montaggio video. Ho utilizzato molti programmi di mondaggio, da adobe a ulead, pinnacle, final cut. Girano molto meglio su mec.
    Su pc capitava spesso che senza motivi il file di progetto e la time line venivano ridotti su un frame solo.
    ti bruciavi giornate di lavoro…

    Quando ho dovuto montare i miei video su pc ho veramente sudato!

  4. 4 Marco 13 luglio, 2008 alle 9:12 pm

    Ciao!
    Ciò che scrivete è verissimo, ma per me la differenza è prettamente strutturale.
    Da un lato troviamo la Microsoft, che, anche grazie alle acquisizioni di molti portali, siti e chi più ne ha più ne metta, è uscita da tempo dal classico mercato del sistema operativo e dei software applicativi (pur restando dominante nei S.O.).
    Espende il proprio target per il dominio del mondo!
    Dall’altra parte troviamo la Apple, una grandissima azienda che ha saputo riconfigurarsi.
    Ha creato un prodotto meraviglioso, (ieri ho postato anche io sull’iPhone) utile e futuristico, verso un target mirato con la voglia di differenziarsi.
    Ma ciò che voi considerate uno svantaggio, a mio avviso non lo è.
    Mi spiego meglio:io mi assemblo il pc da solo e so già, a priori, che sistema operativo utilizzerò e comprerò quei pezzi, quelle schede e quelle memorie per far girare al meglio il sistema della Microsoft.
    Perciò, secondo me, Apple ha, come la definite voi, una palese tribù caraterizzata dal differenziarsi, ma la vera tribù mondiale è quella della Microsoft.
    Perchè tutti lo usano. E’ meno evidente, ma è inconscio.
    Ad esemmpio, chiunque di noi conosce Msn, tantissimi altri lo usano ed il riferimento alla Micorsoft non è palese, ma c’è…
    E secondo me Echelon gira su WinServer!

  5. 6 Francesco_84 15 luglio, 2008 alle 6:34 pm

    Ormai se ne parla everywhere (almeno in rete) dell’iPhone.
    Vi consiglio un giro da http://www.suzukimaruti.com, che negli ultimi post ha spiegato secono me molto bene questo nuovo oggetto..più da un punto di vista funzionale che di brand, cmq.

    Passando ad altro ed essendo decisamente OFF TOPIC: poi com’è andato l’esame di Commerciale? Spero bene!! ci sentiamo byez fra

  6. 7 welovebranding 18 luglio, 2008 alle 8:25 am

    @Marco siamo d’accordo con quello che dici: Microsoft ha tantissimi utilizzatori in tutto il mondo. Però una tribù ha legami più forti, che vanno al di là della semplice “conoscenza inconscia”: e quello dei Mac-users è impegno attivo.
    Assemblarsi il computer da soli è un privilegio di pochi, no? (diciamo così solo per invidia, tranquillo!)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




branding steps

luglio: 2008
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Categorie


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: