Archive for the 'Branding e sport' Category

In corsa per un brand, Glamarathon a Milano

Un brand organizza la corsa, ma in palio c’è un altro brand. Succederà a Milano domani: se passate da Largo La Foppa alle 16:30 vedrete un gruppo di ragazze agguerrite che, armate di un kit Hansaplast, ma soprattutto in “sella” a un paio di tacchi a spillo, correranno per aggiudicarsi un paio di Manolo Blahnik, simbolo della scarpa fashion.

tacchi a spillo e sanpietrini

Noi non potremo partecipare, ma le fortunate che si porteranno a casa l’ambito premio avranno sicuramente tutta la nostra invidia.

Il matrimonio tra i due brand sembra ben riuscito. Se per Manolo Blahnik non era necessaria questa iniziativa per consacrarsi come marca del desiderio, certamente Hansaplast ha bisogno di un’idea del genere per far conoscere i propri prodotti, più vicini alla cosmetica che alla farmacia.

Ecco il lato fashion di un brand farmaceutico.

Sfide olimpiche

Adidas è lo sponsor ufficiale delle Olimpiadi di Pechino. Nike risponde con la Nike Plus Human Race, un’iniziativa globale di cui apprendiamo qui.

Poiché già da oltre un anno, proseguono le polemiche sull’eticità delle aziende che sponsorizzeranno ufficialmente le “Olimpiadi del genocidio” (tra queste, Visa, Mc Donald’s, Coca Cola,…), viene da chiedersi se l’iniziativa di Nike non risponda ad una precisa strategia.

Da una parte potrebbe trattarsi della risposta quasi obbligata al non essere nel novero degli sponsor: per evitare una sovraesposizione del brand concorrente, Nike promuove una gara sportiva che coinvolge corridori di 25 Paesi e la pone comunque al centro dell’attenzione.

Dall’altra parte, potrebbe essere frutto di una scelta ragionata per evitare nuove polemiche sul legame dell’impresa con lo sfruttamento della manodopera.

Perché Nike non è “un accento su una scatola di scarpe”

Dedichiamo questo post a Gaspar Torriero, nostro fellow nell’avventura di Bloglab.

Quando Gaspar ha parlato di noi qui siamo rimaste a bocca aperta e abbiamo avuto bisogno di un po’ di tempo per pensare a come rispondere a chi ha un’opinione così diversa dalla nostra.

Questo video, che rappresenta l’avventura di un calciatore che arriva a giocare ad alti livelli, citato anche da Spotanatomy, ci ha “dato il via”.

Caro Gaspar,

Nike non può essere considerata solo un accento su una scatola di scarpe perché Nike parla (sì, proprio come fosse una persona!) a tutti coloro che amano lo sport e vogliono sentirsi ogni giorno grandi atleti. La storia che questo brand racconta non è la vicenda di un’azienda americana che fa scarpe ma quella di ciascuno di noi che, fin da piccolo, sogna di diventare calciatore, cestista, pallavolista, ballerina ad alti livelli.

Per questo Nike non ti dice “compra le mie scarpe perché sono migliori” ma va oltre e ti spinge a fare sport perché se hai un corpo sei un atleta. Quindi Just do it! Dove, fallo e basta vuol dire: mettiti in gioco e dai il massimo perché così realizzerai i tuoi sogni.


branding steps

giugno: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Categorie